Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Neuropsicomotricità del Bambino

“Non c’è niente di più serio e più coinvolgente del gioco per un bambino. E in questa sua serietà è molto simile ad un artista intento al suo lavoro. Come l’artista, anche il bambino giocando trasforma la realtà, la reinventa, la rappresenta in modo simbolico, creando un mondo immaginario che riflette i suoi sogni a occhi aperti aperti, le sue fantasie, i suoi desideri”
(Silvia Vegetti Finzi, A piccoli passi, Mondadori).